Chi siamo

Siamo un gruppo di persone che credono nel plurilinguismo e nel multiculturalismo come valore, e che sono seriamente preoccupate dal crescente abuso di anglicismi nella lingua italiana e dall’arretramento dell’italiano nell’uso scientifico, tecnologico, universitario e professionale.

 

Chi non siamo

Non siamo puristi. Non esistono lingue pure, da sempre c’è contaminazione e arricchimento tra i diversi idiomi. Ma normalmente le parole provenienti dall’esterno vengono adattate al modello della lingua ospitante. L’introduzione di migliaia di anglicismi crudi sta invece impoverendo l’italiano, che è sempre meno in grado di creare parole proprie per descrivere le novità del mondo.

 

Cosa vogliamo fare

Sensibilizzare le persone che parlano l’italiano sul ruolo attivo che ricoprono nello sviluppo della nostra lingua, un bene che appartiene a tutti noi.

Già Attivista? Accedi

Non ancora? Unisciti a noi!

Diventa Attivista ed entra nella nostra comunità...          

Registrati

Abbiamo una proposta di legge per l'italiano!

È depositata al parlamento italiano, leggila, sostienila e aiutaci a farla discutere

FIRMA ORA

Obiezioni e luoghi comuni

In tutto il mondo si dice così

In tutto il mondo si dice così

Computer, Password, Social Network, hotdog, pop corn: certe parole nate in America sono diventate universali e si usano in tutte le lingue.

Ma non è proprio la stessa cosa

Ma non è proprio la stessa cosa

Se dico Shopping sto dicendo che vado a girare per i negozi, non solo a comprare qualcosa. Il termine inglese ha un significato più specifico della traduzione italiana.

Le traduzioni sono forzature

Le traduzioni sono forzature

La lingua la fa chi la parla, è stupido voler imporre traduzioni italiane dall’alto se le persone hanno deciso di usare il termine inglese.

Siete fascisti?

Siete fascisti?

Era il fascismo a imporre traduzioni italiane di tutte le parole straniere. Avete per caso nostalgia del Ventennio, di “arlecchino” al posto di cocktail e “qui-si-beve” invece di bar?

Siete puristi?

Siete puristi?

Le lingue si contaminano da sempre tra di loro, l’italiano stesso ha accolto migliaia di parole di origine straniera. Volete eliminarle per riportarlo alla sua purezza?

E soprattutto… chi se ne frega?

E soprattutto… chi se ne frega?

Le lingue evolvono naturalmente, con tante altre cose a cui pensare, perché dovremmo preoccuparci di quanti anglicismi si usano in italiano?

Più siamo, più contiamo!

Diventare un Attivista è semplice e gratuito: unisciti a noi...

Registrati ora

Dicci chi sei, ti diremo cosa puoi fare

Comune cittadino

Comune cittadino

Tutti noi, in quanto parlanti, possiamo dare il nostro contributo per plasmare l’italiano di oggi e di domani, perché “la lingua la fa chi la parla”. Ecco alcuni spunti…

Giornalista

Giornalista

Se sei un/una giornalista della TV, della radio, della carta stampata, un direttore, o semplicemente gestisci un blog con un alto numero di visitatori e seguaci, puoi influenzare il lessico di moltissime persone, e di conseguenza puoi influenzare più di

Politico

Politico

La politica ha la missione di prendere decisioni per il bene comune dei cittadini e “nell’interesse della nazione”. La lingua è un patrimonio dell’Italia e degli italiani. Se sei un uomo o una donna politica, puoi fare molto per l’italiano.